Pinterest でおしゃれアイデアをまとめましょう!

[Le nécessaire et le superflu, vaudeville deDumersan et Dartois : costume de Laporte (Arlequin) / dessiné par Joly] Auteur : Jolly (1776-1839) Éditeur : Martinet (Paris) Date d'édition : 1813 Type : image fixe,estampe Langue : Français Format : 1 est. : eau-forte, en coul. ; 23 x 14,5 cm. Format : image/jpeg Droits : domaine public Identifiant : ark:/12148/btv1b6400344v

[Le nécessaire et le superflu, vaudeville deDumersan et Dartois : costume de Laporte (Arlequin) / dessiné par Joly] Auteur : Jolly (1776-1839) Éditeur : Martinet (Paris) Date d'édition : 1813 Type : image fixe,estampe Langue : Français Format : 1 est. : eau-forte, en coul. ; 23 x 14,5 cm. Format : image/jpeg Droits : domaine public Identifiant : ark:/12148/btv1b6400344v

Capitan Spaventa La storia e la fortuna del personaggio di Capitan Spaventa di Vall'Inferna è indissolubilmente legata alla figura del suo creatore e interprete Francesco Andreini (1548-1624). Andreini entrò nella Compagnia dei Gelosi già sul finire del Cinquecento, sposò Isabella e con lei recitò per diversi anni in Italia e in Francia riscuotendo ovunque un grandissimo successo.

Capitan Spaventa La storia e la fortuna del personaggio di Capitan Spaventa di Vall'Inferna è indissolubilmente legata alla figura del suo creatore e interprete Francesco Andreini (1548-1624). Andreini entrò nella Compagnia dei Gelosi già sul finire del Cinquecento, sposò Isabella e con lei recitò per diversi anni in Italia e in Francia riscuotendo ovunque un grandissimo successo.

Pantalone: l'origine della maschera è sicuramente veneziana, come il dialetto nel quale si esprime.Il carattere è estremamente vitale e sensuale, caricatura del mercante mediamente anziano, ancora attratto dalle grazie delle giovani donne, spesso in conflitto con i giovani per procurarsene i favori.

Pantalone: l'origine della maschera è sicuramente veneziana, come il dialetto nel quale si esprime.Il carattere è estremamente vitale e sensuale, caricatura del mercante mediamente anziano, ancora attratto dalle grazie delle giovani donne, spesso in conflitto con i giovani per procurarsene i favori.

Polichinelle è la derivazione francese del tipo di Pulcinella. Diffuso negli scenari delle Commedie a partire dal Seicento, Polichinelle ci appare caratterizzato da una grande gobba e da una maschera con un enorme naso adunco che gli conferiva la caratteristica voce stridula. Il costume è colorato, costituito da una casacca e un paio di pantaloni, stretti da una cintura che metteva in evidenza il suo enorme ventre.

Polichinelle è la derivazione francese del tipo di Pulcinella. Diffuso negli scenari delle Commedie a partire dal Seicento, Polichinelle ci appare caratterizzato da una grande gobba e da una maschera con un enorme naso adunco che gli conferiva la caratteristica voce stridula. Il costume è colorato, costituito da una casacca e un paio di pantaloni, stretti da una cintura che metteva in evidenza il suo enorme ventre.

Leandro: La maschera di Leandro appartiene alla schiera degli Innamorati, che annovera un discreto numero di personaggi diversi. Pur avendo caratteri molto simili e richiedendo agli attori che li impersonavano doti comuni di grazia, gioventù, buona cultura ed eloquenza, gli Innamorati si distinguono l'uno dall'altro soprattutto per l'interpretazione che ricevevano dagli attori.

Leandro: La maschera di Leandro appartiene alla schiera degli Innamorati, che annovera un discreto numero di personaggi diversi. Pur avendo caratteri molto simili e richiedendo agli attori che li impersonavano doti comuni di grazia, gioventù, buona cultura ed eloquenza, gli Innamorati si distinguono l'uno dall'altro soprattutto per l'interpretazione che ricevevano dagli attori.

Isabella: questo è il nome con cui più frequentemente appare in scena il personaggio dell'Innamorata.

Isabella: questo è il nome con cui più frequentemente appare in scena il personaggio dell'Innamorata.

Giangurgolo:Maschera di origine calabrese, deve il suo nome, secondo alcuni, a Giovanni Golapiena, mentre secondo altri è una corruzione di Zan Gurgola, per via del suo insaziabile appetito.

Giangurgolo:Maschera di origine calabrese, deve il suo nome, secondo alcuni, a Giovanni Golapiena, mentre secondo altri è una corruzione di Zan Gurgola, per via del suo insaziabile appetito.

Meneghino è la maschera tipica di Milano.Il suo carattere è allegro ed estroverso. Negli scenari non ricopre solitamente un ruolo fisso: spesso è servo, altre volte padrone, oppure contadino sciocco o astuto mercante.

Meneghino è la maschera tipica di Milano.Il suo carattere è allegro ed estroverso. Negli scenari non ricopre solitamente un ruolo fisso: spesso è servo, altre volte padrone, oppure contadino sciocco o astuto mercante.

Capitan Matamoros La figura del militare è presente fin dalle origini nella Commedia dell'Arte, sia nel suo ruolo "serio" come Capitan Spaventa, sia nel suo ruolo buffonesco, come nel caso di Matamoros. L'origine di questo ruolo del Capitano risale al "Miles Gloriosus" di Plauto e ai numerosi soldati di ventura che percorrevano il territorio italiano. Vile e vanaglorioso, Matamoros vanta imprese coraggiose inesistenti, parlando in modo esagerato e roboante, per nascondere la sua vera natura.

Capitan Matamoros La figura del militare è presente fin dalle origini nella Commedia dell'Arte, sia nel suo ruolo "serio" come Capitan Spaventa, sia nel suo ruolo buffonesco, come nel caso di Matamoros. L'origine di questo ruolo del Capitano risale al "Miles Gloriosus" di Plauto e ai numerosi soldati di ventura che percorrevano il territorio italiano. Vile e vanaglorioso, Matamoros vanta imprese coraggiose inesistenti, parlando in modo esagerato e roboante, per nascondere la sua vera natura.

Pinterest
検索